• STECCA OPTOMETRIA - RICERCA


     

    Congresso SOPTI sul cheratocono

Stefania e Marcella al congresso SOPTI sul cheratocono

Quando le lenti minisclerali sono la prima scelta nel caso di un cheratocono

09-05-2017

In occasione del congresso SOPTI di Mestre Stefania Marangoni e Marcella Marcianò hanno presentato un poster con due casi clinici trattati presso i nostri studi optometrici.


CASO 1
soggetto di 47 anni, con cheratocono bilaterale, portatore di lenti gas-permeabili dall’età di 16 anni, che presenta un leucoma centrale e scarsa tolleranza alle lenti in uso.

TANGENZIALE

SAGITTALE

ELEVAZIONE

POTERE REFRATTIVO

CASO 2
Soggetto di 27 anni, con cheratocono da sfregamento compulsivo al III stadio in cui l’applicazione di lenti gas-permeabili è risultata impossibile per l’irregolarità corneale, per il continuo sfregamento da parte del soggetto e per la scarsa tolleranza.

SPESSORE CORNEALE

TANGENZIALE ANTERIORE

ELEVAZIONE ANTERIORE

ELEVAZIONE POSTERIORE

I casi discussi in questo poster dimostrano come, in alcune cornee ectasiche, le lenti minisclerali devono essere obbligatoriamente la prima scelta applicativa al fine di mantenere l’integrità dei tessuti e di posticipare potenziali soluzioni chirurgiche.

Questi sono solo due dei tanti casi di successo che vengono gestiti dai nostri professionisti, coordinando il management del paziente con il medico oculista.